Joyner Samarcanda: come fare l’animatore 2.0

Un lavoro così affascinante, fantasioso ed estroso come quello del Joyner non può essere racchiuso in regole uguali per tutti. Per 30 anni fare l’animatore nei villaggi turistici italiani è stato sinonimo di Samarcanda.

Proprio noi, che abbiamo formato migliaia di ragazzi per portare gioia a centinaia di migliaia di ospiti, sappiamo quanto lavoro e quanto talento occorra per comunicare felicità nei villaggi turistici.

Abbiamo voluto perciò dare un nome a divulgatori professionisti di gioia, perchè essere joyner è molto più essere un animatore.

Fare l'animatore 2.0

Fare l’animatore 2.0

Molti pensano che lavorare come Joyner sia una scelta che consente di godere di un lavoro estivo con alloggio e vitto pagati, ma non è solo questo, c’è molto di più.
Lavorando in uno staff di animazione vi sono delle attività, o funzioni, o comportamenti, che  competono a tutti al di là degli specifici compiti tipici di ciascun ruolo.

È quindi importante capire come fare l’animatore nei villaggi turistici, o meglio il joyner, sia considerevole nella crescita personale di un giovane. Essere un joyner non significa solamente svolgere sempre il proprio lavoro, ma è anche e soprattutto un approccio empatico con le altre persone.

In un villaggio medio, lo staff di animazione può essere suddiviso in 3 macro categorie in base alle competenze: ruoli direttivi, ruoli tecnici e ruoli operativi.

Ruoli direttivi

Al vertice di ogni staff possiamo trovare una figura, solitamente chiamata capo villaggio, o capo equipe, o capo staff o capo animazione; il cui compito principale è quello di ideare, organizzare, coordinare tutte le attività dello staff. È importante che sappia comunicare ai joyner a lui affidati mantenendo sereni l’ambiente lavorativo e la convivenza; inoltre è la figura che si occupa dei rapporti con la direzione del villaggio.
Altre figure chiave che seguono al capo equipe sono: i capo sport, i responsabili miniclub, i responsabile dell’animazione diurna o di contatto e le responsabili hostess; i quali si occupano direttamente del proprio settore di competenza.

Ruoli tecnici

  • Coreografo/a: Il compito principale di questa figura è quello di inventare ed insegnare coreografie a tutto lo staff; grazie alle sue competenze e a un buono stile organizzativo può diventare il vero regista di ogni show del serale. In alcune equipe, il coreografo, può anche occuparsi dell’insegnamento agli ospiti di alcuni balli o occuparsi di alcune discipline aerobiche.
  • Animazione sportiva:  Organizzazione di tornei e match di vari sport di squadra come il calcetto, il basket, il volley, il beach-volley, il beach-tennis. Questi joyner vengono definiti torneisti e si occupano anche dello svolgimento di tornei soft come quelli di giochi di carte o di giochi da tavolo. Talvolta, questo tipo di attività rientra tra i compiti dell’equipe di contatto.
  • Scenografo/a: Si occupa dell’allestimento del palco e la realizzazione delle scenografie per tutti gli spettacoli in programmazione. Fondamentale per questo ruolo è la creatività. Saper disegnare su grandi dimensioni, avere nozioni di falegnamenria per l’allestimento di quinte, fondali e macchine sceniche, sono skill tecniche basilari
  • Tecnici suono/luce: Coloro che hanno il compito di gestire gli impianti audio e luci dell’anfiteatro (installazione, manutenzione, gestione di scena). Oltre a questo, si occupano anche del supportano con impianti mobili durante gli appuntamenti dell’animazione che si svolgono all’esterno dell’anfiteatro (piscina, spiaggia ecc.).
  • DeeJay: Negli staff più grandi può essere necessaria una figura specifica con alte competenze in questo settore. Svolgono le loro mansioni principali durante le ore serali, mentre durante il giorno si affiancano come aiuti ai tecnici suono/luce.
  • Ballerini/e & Cantanti – Cast Artistico: Per la realizzazione di spettacoli d’eccellenza, nelle maggiori strutture vengono inseriti nello staff professionisti dello spettacolo che affiancheranno l’equipe di joyner negli show.
  • Istruttori sportiviGli istruttori sportivi devono conoscere la propria disciplina e soprattutto essere in grado di trasmettere agli ospiti la passione che li anima. Gli sport più diffusi nei villaggi sono: vela, wind-surf, tennis, nuoto, canoa, tiro con l’arco, equitazione, fitness, body building ma si può trovare anche golf, arti marziali, free climbing, sci nautico, squash.

Ruoli operativi

  • Animazione di contatto: Sono i joyner principalmente dedicati al contatto con gli ospiti. A partire dal contatto individuale, fino a comprendere tutte le attività organizzate e programmate come i giochi, gli intrattenimenti e gli show che costellano la giornata di un villaggio. I joyner che si occupano di contatto si contraddistinguono per carisma, facilità di rapporti, attitudine alla conduzione microfonica, spirito e comicità sono le caratteristiche base di questo ruolo.
  • Animazione per i giovani ospiti: Non è sempre facile capire come fare l’animatore per bambini. Ogni villaggio dà un proprio nome e suddivide, secondo propri criteri, il pubblico dei giovani ospiti. Miniclub è il nome più tradizionale, ma in realtà ve ne sono molti altri utilizzati per contraddistinguere le varie fasce di età da 0 a 18 anni. i parte dalla  primissima infanzia, dove le puericultrici si occupano dei bambini da 0 a 9 mesi, per passare poi al baby club in cui vengono organizzati giochi per quelli che vanno da 9 mesi – 3 anni. Al mini club sarà possibile divertirsi con attività per tutti i bambini della fascia 4-8 anni, al teeny club tornei e giochi in spiaggia tra grandi risate potranno divertire i giovani ospiti di 9-13 anni; e infine allo junior club i ragazzi della fascia 14-17 anni, potranno trascorrere momenti indimenticabili con amici e joyner. Compito di questi joyner è favorire la conoscenza tra i partecipanti, organizzare e proporre attività di tipo ludico, sportivo, creativo ed espressivo.
  • Animazione di servizio: In base alle dimensioni e alle caratteristiche di un villaggio e dello staff di animazione, vi sono una serie di compiti fondamentali che vengono solitamente affidati a hostess e steward.